Della mia terra ho riscoperto il grano, poesie di Marisa Cecchetti

DSCN4379_risultato

Della mia terra ho riscoperto il grano, poesie di Marisa Cecchetti.

   

   

Scopro il grano

Della mia terra ho riscoperto il grano
voltava al giallo chiacchierava basso
con l’aria appena mossa era dovunque
volgessi gli occhi- fino al fiume e ai monti-
fino al profilo delle prime case.

Erano questi i quadri
della mia prima vita
identici sui campi
che non invecchiano
con gli odori che riconosco
nell’aria che sa di sale
perché oltre i campi
io ci respiro il mare.

***

Quando

Apro il portone e la cerco tra gli altri
piccola e curva che si assottiglia
in lotta col tempo che lima i suoi giorni.
Avanza e accomoda il viso
a stento sorriso presenta
i suoi nuovi amici- il prete
che passa l’infermo mentale- cerchiamo
due sedie nel corridoio dove
uno schermo trasmette non stop
ignorato, si sfasa di tempo e di luogo
ma parla dei versi che scrive.

Non so fino in fondo scoprire la linea
che segna il confine tra vero e sognato,
ma so che non devo indagare
fra l’altro potrebbe di certo inventare
se stessa per non rivelarsi.
Parliamo. Rimpiange i nostri momenti
ancora in progetto il ritorno da me.

Quando passo dal capolinea dei bus
mi viene d’istinto guardare
al numero sette a cui la vedevo arrivare.

***

Il giardino di lei

Ora la casa di lei -due stanze e un bagno
ed il giardino il doppio della casa-
l’ho vista a pena dalla strada
oltre la rete ma temevo
di destare sospetti lì ferma a guardare.
Ho cercato le piante
se fossero le sue
mentre mi raggiungeva
odore di grigliata dall’angolo di fondo
nell’aria ancora azzurra. C’era una tenda
per l’ombra come al mare ed una donna

ma non era mia madre né era sua
la mano che ho intravisto.

Lungo la strada del ritorno
hanno fatto cupola
i pini ed hanno chiuso il cielo.

                                

Alberto Cini, tecnica mista
Alberto Cini, tecnica mista

 

 

One thought on “Della mia terra ho riscoperto il grano, poesie di Marisa Cecchetti”

  1. Molto belle queste tre poesie. Le accomuna un calore famigliare che avvolge paesaggi, persone e … sentimenti. Un tono pacato, contemplativo ma che non manca mai di intensità. Complimenti.

Gentile lettore, all'autore di questo articolo farà molto piacere se vorrai lasciare un commento.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: