Il nastrino rosso del guinzaglio, poesie di Brina Maurer

48__dsc9067-ii_part

Il nastrino rosso del guinzaglio, poesie di Brina Maurer.

    

   

Claudia Manuela Turco (Brina Maurer) è nata il 15 Dicembre 1970 e vive nella campagna friulana (brina.maurer@libero.it). Ha pubblicato libri di poesia, saggistica e narrativa. Tra i più recenti: Architectures Three-dimensional Poems (Gradiva Publications, 2013, traduzione di Luigi Bonaffini), Lord Glenn – L’anima di Byron nel cuore di un cane (Biblioteca dei Leoni, 2014, romanzo). L’autrice è inserita in www.italian-poetry.org.

      

Da BRINA MAURER, Architectures Three-dimensional Poems, New York, Gradiva Publications, 2013, traduzione di Luigi Bonaffini:

   

Legati da affetto disperato,
come l’edera a un vecchio muro in rovina,
quattro batufoli pelosi
si lasciavano cullare dalla madre,
come una barchetta
dalle onde vellutate del mare.

*

Bound by a desperate affection,
like ivy to a crumbling old wall,
four hairy puffs
let their mother rock them,
like a small boat
on the velvety waves of the sea.

***

La madre,
col muso trafitto dalla grata del cancello,
come un materassino proteggeva
quattro morbidi guanciali,
mentre il freddo di dicembre
trasformava il loro pelo in aghi di gelo.

*

The mother,
her muzzle pierced by the grating of the gate,
like a tiny mattress was protecting
four soft pillows,
while the December cold
transformed their fur into frosty needles.

***

Da un recinto
pieno di latrati
a un divano,
in un angolo definito da lattescenti pareti,
un musetto da clown riposava,
piegando una zampetta come un’aluccia di pollo.

*

From an enclosure
filled with barking
to a sofa,
in a corner bound by milky-white walls,
a little clown-like mug was resting,
bending a little paw like a chicken winglet.

     

Da BRINA MAURER, Metastasi di rosa, Foggia, Bastogi Editrice Italiana, 2010:

     

Spugnette rosse danzanti

Il mio piccolo vecchio cane: un cuore che batte ai miei piedi.
Edith Wharton

Il nastrino rosso del guinzaglio
pulsa e vibra,
trasmettendo al palmo della mano
il battito accelerato del cuore volpino
nel petto ansante.

Estasiante incanto
della trasmissione del moto,
tanto cara a Leonardo!

Il nastrino rosso,
vena principale,
conduce l’emozione da un cuore all’altro.
L’unisono è assoluto.

Spugnette rosse danzanti:
i cuori dei cani.

                   

48__dsc9067-ii

3 thoughts on “Il nastrino rosso del guinzaglio, poesie di Brina Maurer”

  1. Le spugnette rosse danzanti viste come i cuori dei cani rappresentano una di quelle rare metafore che riescono a meravigliare ogni tipo di lettore, ed è un senso di meraviglia che sembra poter durare in eterno, anno dopo anno, lettura dopo lettura, rivelando nuove campiture di sè ad ogni lieta rimembranza.

  2. Complimenti anche per le traduzioni. Un’attività purtroppo mai abbastanza considerata. A volte chiede l’anima! A presto conoscerci, speriamo.

Gentile lettore, all'autore di questo articolo farà molto piacere se vorrai lasciare un commento.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: