Inventario, poesie di Loris Maria Marchetti

condor_risultato

Inventario, poesie di Loris Maria Marchetti.

    

   

Gallipoli

I bambini di Gallipoli sulla riviera
Nazario Sauro vollero la foto.
Per rimanere nel ricordo
del turista che se ne andava
e non avrebbero più visto,
per passare in qualche modo
ingenuamente alla storia.

M. M. da La via delle ortensie, Genesi Editrice 1981

***

Il passato

Il peso – dicesti prima di soccombere –
mi schiaccia di ciò che non è stato,
la parte più angosciosa del passato.

da Le ire inferme, Edizioni dell’Orso 1989

***

Largo Montebello

Largo Montebello fa un cerchio perfetto
nei suoi nobili vecchi palazzi
assai degradati e in una bottega
di libri non poco iniziatica
si radunavano dei begli ingegni
che spesso sciamavano a cena
nell’adiacente pizzeria e a primavera
il cielo era rosa la sera
di gloriosa trepidazione
e gli anni sono passati e il cerchio
è sempre perfetto e ancora c’è l’aria
di Parigi, ma un poco più stanca,
disincantata e i brandelli dei sogni
si sono riversati su altre piazze.

M. M. da Creatura di vetro, Edizioni del Leone 1990

***

Inventario

Non resta molto: tutto sommato
qualche sbiadita fotografia
(che neanche è lecito portare via).

M. M. da Mercante ingenuo, Edizioni dell’Orso 1994

                    

Daniele Pezzoli, "Sean e la mucca" - in apertura "Condor"
Daniele Pezzoli, “Sean e la mucca” – in apertura “Condor”

Gentile lettore, all'autore di questo articolo farà molto piacere se vorrai lasciare un commento.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: