Non avere un tempo, “editoriale” di Claudia Zironi

Metropolis, Fritz Lang, 1927_9

Non avere un tempo, “editoriale” di Claudia Zironi.

    

    

La cosa che più pesa è l’espropriazione  del tempo proprio,    come se non ne avessimo   se non valesse che un lampo di fastidio
non foss’altro che una moneta di scambio completamente integrata nell’ingranaggio produttivo e consumistico.
Sempre di meno, sempre più veloce,    per non pensare   per non soffermarsi nemmeno a immaginare
un differente sistema,   chinare il capo,  porgere la mano    o il cappello
vuoto    per mendicare una settimana fuori dalla fabbrica, dall’ufficio, dal supermercato
e in quella settimana   fare,     fare cose,    cose,    cose,  cosa,  come,    comprare,
acquistare, divertirsi, viaggiare, riempire e svuotare valigie, vedere gente, mangiare, bere, leggere, dormire, ballare, passeggiare, sorridere,
chiacchierare, scattare foto per il social,   accudire i bambini, accudire gli anziani,     abbronzarsi
con la protezione 50.
Poi
essere  GRATI.
Di averla avuta una pausa,  di avere avuto i soldi per farla   come si conviene:
frenetica e produttiva.
Di LAVORARE.
Di dover mendicare il proprio tempo porgendo un cappello con la mano,
la stessa mano     che lavora.
(ed eccolo    Angelus novus    non poter più ritrarsi   chiudere gli occhi    girarsi,   chiuderla la mano…)
Di NON AVERE un tempo.
Ringraziare  per quarant’anni  e poi,
mai espiata la colpa,  possibilmente
morire.

Angelus novus - Paul Klee
Angelus novus, Paul Klee – in apertura, Metropolis, Fritz Lang, 1927

 

One thought on “Non avere un tempo, “editoriale” di Claudia Zironi”

  1. Nei meccanismi odierni del potere-lavoro la posta in gioco è proprio questa: l’espropriazione del senso interno del tempo. Il non poter vedere più neanche rovine laddove si sognava un progresso. Il non poter piu scorgere nella nostra storia neanche la più lieve speranza messianica.

Gentile lettore, all'autore di questo articolo farà molto piacere se vorrai lasciare un commento.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: