Rock Poetry by Sf: Quadrophenia

quadrophenia

Rock Poetry by Sf: Quadrophenia.

                   

     

Jimmy Cooper. O dell’adolescenza.
Deluso e solo (ma ogni adolescente è solo). Preda di uno squilibrio mentale tenuto a bada malamente dalle pillole (ma ogni adolescente…).
Ribelle. (ma ogni…)

Solo l’amore può farlo piovere
nel modo in cui la spiaggia è baciata dal mare

Jimmy Cooper. 17 anni. Abbandona la scuola, si dedica ai vestiti eleganti, ai balli, alla musica, alle riviste, alle pillole. Al movimento Mods. Alle battaglie in strada contro i Rockers. All’amicizia, all’amore.

Solo l’amore può farlo piovere
come il sudore degli amanti nel campi

Alla fine.
Jimmy si allontana dalla spiaggia, vaga sul lungo mare, si infila in un labirinto di muri fino ad una porta chiusa.

Solo l’amore può portare la pioggia
che ti fa desiderare il cielo

Lo assale una rabbia feroce. Tutte le illusioni in un attimo sono sordide menzogne.

Solo l’amore può portare la pioggia
che cade come lacrime dall’alto

In sella alla Vespa, lungo la scogliera bianca, ripidissima e imponente, percorre veloce il suo ringhioso addio – ai Mods – all’amico “cool”  smascherato bell boy – ai combattimenti – alle pastiglie – ai vestiti alla moda – all’amore – ai tradimenti.
Un disadattato. Rifiuto del suo stesso mondo. Schizofrenico al quadrato.

L’amore regna su di me.

Una volta sputati fuori dal mondo – rimane la terribile necessità di essere soli.

Basta. Enough.

È su questa parola urlata – trascinata verso il mare, che la Vespa prende il volo e si schianta sulle rocce.
Insieme a lei si infrange tutto.
Il rifiuto del nido. L’abbandono. La ricerca di un posto dove stare. Un altrove. Un gruppo. Un’appartenenza.

 

 

Helpless dancer

 

Quando un uomo scappa dal suo capo
che impugna un’arma che spara “costo”

E la gente muore dal freddo
o abbandonata perché vecchia

E le bombe vengono sganciate su gatti litigiosi
e i sogni dei bambini sono corse al successo

Se ti lamenti scompari
proprio come le lesbiche e i froci

Nessuno può amare senza la grazia
di qualche volto distante e nascosto

E le hai prese dai neri
che pensano di lavorare fino a che non li licenzieranno

E quando la tua anima ti dice di nasconderti
sei proprio sul punto di morire rinnegato

E nella battaglia in strada
combatti computer e ricette

E quando un uomo prova a cambiare
ma causa solo altro dolore

Capisci che fin dall’inizio
qualcosa in noi è andato storto…

Smetti di ballare.

 

Pete Towsend – The Who

 

 

(grazie a Cori S per il Quadro-Manga)

                  

 

  

Gentile lettore, all'autore di questo articolo farà molto piacere se vorrai lasciare un commento.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: