Treni, inediti di Giulia Niccolai

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Treni, inediti di Giulia Niccolai.

     

    

Vi proponiamo versi e prose inediti dal lavoro di Giulia Niccolai: “Pubblico e privato”.

    

Su una Freccia Milano-Roma
un quarantenne in maglietta
con un solo tatuaggio
al braccio sinistro:
SPQR.
Lo stesso identico carattere
che Roma antica incideva
sulle pietre.
Uomo-statua come “classica”
e fumettistica conseguenza
dell’Uomo-ragno, per es.?

*

Scende a Firenze.
Questa, poi…

***

Sempre sulle Frecce,
rispondendo al cellulare,
la prima domanda di un signore è:
cosa hai mangiato?
e di un altro:
dove sei?

*

Capisco che il giudicare
(giudico cretine le domande
dei due signori),
serve quasi sempre a sentirsi
superiori.

*

Questa è la scoperta
dell’acqua calda!
Certo, ma bisogna dirselo
ogni volta per riuscire poi
a smetterla di giudicare
a u t o m a t i c a m e n t e!

***

 Ho appena notato un dettaglio divertente e rivelatorio nella grafica della pubblicità del treno veloce .ıtalo.
.ıtalo scritto proprio così: minuscolo, senza puntino sulla ı che però la precede, in basso, nel ruolo di punto fermo.
Geniale! Come dire: ti fai un mazzo così sul lavoro a Milano o a Roma, e quando tutto il casino è finito, e tutto, almeno per oggi, è dietro le spalle… (punto)! . noi ti riportiamo fluidamente, in modo veloce, senza che tu debba più pensare a niente: a casa.

*

Franca mi chiama da Roma per dirmi che, secondo lei, il punto fermo: .
prima della ı di .ıtalo si riferisce alla .it delle Mail… Molto interessante anche questa!
Ovviamente bravissimi i copywriter che continuano a farci pensare a .ıtalo

***

Messaggio di Paola De Pirro:
Ieri alla stazione mangiavo un cremino.
Altoparlante: è in partenza il treno X per Cremona.
Ho subito pensato a te,
cara gemella di cabaret.

                            

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

One thought on “Treni, inediti di Giulia Niccolai”

Gentile lettore, all'autore di questo articolo farà molto piacere se vorrai lasciare un commento.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: