Un gelato al limon: il versante liquido dell’eros. Versi di Lucia Marilena Ingranata

sturm

Un gelato al limon: il versante liquido dell’eros. Versi di Lucia Marilena Ingranata.

     

    

Mi senti se ti parlo sottovoce?

Mi piace bisbigliare come un’ape
che piccola ed indomita lavora
che succhia e vola che succhia poi s’invola.

***

E guardami arrivare, ripeto sta a guardare
scende il vestito piano, e scende la mia mano
densa percorre e corre sulla tua pancia dura
questa è passione vera sentiamo quanto dura

***

Mi hai tolto dalla mano il mio unico balocco
sei un uomo stolto e strano ti scoccia se ti tocco?
Se me lo lasci usare e se diventa duro
vedrai poi me lo lasci, lo lasci di sicuro.

***

Ti amo si ti amo, aspetta prendi fiato
ma resta ancora qui non metterti di lato
voglio morire adesso schiacciata dal tuo peso
ma amore mio ti prego, lasciami il cuore illeso.

***

Hai visto che succede la mattina?

Sbadiglio e indugio resto giù in cucina
aspetto che tu arrivi e a colazione
prenderti nella bocca è un’emozione

Gentile lettore, all'autore di questo articolo farà molto piacere se vorrai lasciare un commento.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: