da lucia marilena ingranata a paolo francia

A Paolo F., musicista poeta

                            

Ti dico , Paolo, che ho messo in piedi
cantieri di poesie per rovistarmi il cuore
una mano infilata nella gola dipana meraviglie
e vedi? Come chiudo nelle virgole il tuo nome

                                 

Ma resto un tragitto taciuto per inerzia di parole,
endecasillabi negati per non scoprire il petto
il suo candore e invecchio senza un solo accordo
senza una canzone.

                       

marc-chagall-violoniste-bleu

7 thoughts on “da lucia marilena ingranata a paolo francia”

  1. ah, quegli endecasillabi negati……..

    lo so che non sarai perdonata, però ne hai scritti tanti altri di bei versi liberi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *