da paolo polvani a roberta lipparini

Messaggio a Roberta Lipparini

                            

Supponiamo, Roberta, che io t’incontri in sogno.

Il luogo sarà un supermercato, mi piace

immaginare d’incontrarti intenta

a decifrare un’etichetta, lo so come sei,

circospetta, un tanto diffidente.   – Lei,

poeta Lipparini, mi fa dei gran regali,

– così esordirei –

nei suoi sogni leggo un’indecifrabile

felicità. – Nel sogno ti darò del lei,

non per rimarcare la distanza, solo

per una questione di autorevolezza,

hai pubblicato con Mondadori e io mi colloco,

in un’ipotetica gerarchia, diversi

scalini sotto.

Poeta Lipparini, i suoi sogni, nei

quali viaggia la poesia,

sono per me un dono degli dei. –

Nel sogno tu sorriderai, socchiudendo

un poco gli occhi verdi. Io penserò:  carini !

Poi cambierai corsia. Così mi lascerai

con un sorriso e la poesia. E io

seguiterò ad amarli, i tuoi versi,

ti seguirò con lo sguardo, fino a che sarete persi,

tu e il carrello, nel supermercato.

                                   

Chagall_Litho_VisionParis_CU01s

Gentile lettore, all'autore di questo articolo farà molto piacere se vorrai lasciare un commento.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: