Fornelli poetici, la rubrica di cucina di Daniele Barbieri

Fornelli poetici, la rubrica di cucina di Daniele Barbieri.

                     

   

In questo numero lo chef / poeta Barbieri ci propone … il pesce.

                   

Pasta al sugo di salmone

    

ho battuto insieme e ho soffritto
aglio e scorza di limone,
capperi ho aggiunto poi e ancora molti
acini di uvetta e tutto
questo a accompagnare
la polpa del salmone, a pezzettini,
su cui più tardi ho versato, affinché
non si asciugasse, un residuo di birra
e poi, di nuovo, poche gocce di latte

all’ultimo, il prezzemolo

questo sugo a condire
una pasta pezzata grande,
pàccheri o rigatoni, con un fiato
appena un poco fresco
appena un poco salato

  

***    

    

Ostriche

   

servono una fiamminga straripante
di scaglie incrostate di mare

le apriamo con ingegno a rivelare
un sesso grigio, acquoso, tremulo,
che il limone agita di un fremito
mortale, per poi inghiottire
in un sorso soltanto la canzone
di madreperla fresca
e spuma e flutti e sale

allagando la bocca
di un ansimo di eccitazione
soffice e acerba

   

***

    

Il salmone

   

quando per cena ci viene l’idea
di impiegare il salmone affumicato
per condire la pasta
ma poi la testa
resta bloccata, incapace
di articolare qualcosa
che gli si possa accordare
e buttiamo incertamente
erba cipollina e prezzemolo e olio
(nemmeno il burro riesce
nella mente a farsi strada)

allora (e non
che il risultato sia cattivo)
allora (e si mangia di peggio
tante volte)
allora davvero ci accorgiamo
che la vita non scorre
e il salmone che non trova
sapori da accostargli
siamo noi
oggi

2182238587_62f497982b

One thought on “Fornelli poetici, la rubrica di cucina di Daniele Barbieri”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: