Il puma del disamore, poesie di Miriam Bruni

Il puma del disamore, poesie di Miriam Bruni.

   

   

Il puma del disamore
ti fissa sin dal mattino,
con occhi foschi, senza timore.

Il puma del disamore
ti riempie di ogni amarezza;
interstizi non te ne lascia

per abitare questa distanza
tra voi così trita, e così stanca,
così poco attraente per la Vita.

E’ malvagio, divoratore, questo
puma del disamore: sol che ti
guardi, ti spegne il cuore.

***

Insonnia


Ho un calabrone gigante nella mente
che mi fa correre, sbattere e inciampare
da una stanza all’altra, senza nulla vedere.

Ansimante e come presa da un delirio
in cui non riconosco più le mie dimore
cerco una sedia o anche solo un lume.

Ma più lo scaccio, più mi volto per capire
più lui sbatte le ali, calabrone crudele,
accelera e mi segue

per non consentirmi di dormire

kandinsky-pleasure
 

5 thoughts on “Il puma del disamore, poesie di Miriam Bruni”

    1. Grazie di cuore Leopoldo! In effetti il minimalismo mi appartiene, è uno dei tentacoli del mio stile 😉 E grazie per il tuo commento rimato in “ente” e “ato” 😛

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le uscite della fanzine sono al momento sospese
 
Le uscite della fanzine sono al momento sospese.
Qui potete comunque trovare nell'archivio on line tutti i numeri realizzati nei 7 anni di attività. Siamo attivi nel nuovo blog di Versante ripido. Seguiteci.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: