La ladra di carote di Lila Ria

La ladra di carote di Lila Ria.

   

  

Lila Ria (Ilaria Pamio) vive a Cassano Magnago. Primogenita di quattro sorelle e zia di Vinicio.
Nella vita è customer assistant per la Emirates.

Nel 2008 è stata recensita, per racconti e poesie, dalla rivista internazionale Storie – All Write – Leconte Editore, numero 62-63.
Nel 2007 il racconto/leggenda metropolitana “Luce” è stato pubblicato sulla rivista on line Prospektiva e nel 2010 il racconto “Nel nome del Padre” sulla rivista musicale Youthless Fanzine#31.
Nel 2010 alcune sue poesie sono state illustrate da dieci studenti del Biennio di Grafica dell’Accademia di Brera di Milano e hanno costituito un libro d’artista in esemplare unico.
Vincitrice del Premio Logos Perrone Editore nel 2010, con la poesia “[Visioni da una fotografia#2]”, scritta con lo pseudonimo Viola Rossi, e nel 2013 di “Subway Letteratura” poesia under 35, con la poesia “Mais”, ha pubblicato poesie in alcune antologie, partecipato a collettive artistiche.
Ha da poco terminato il suo primo romanzo semiautobiografico.

Molti dei suoi scritti e delle sue collaborazioni sono racchiuse su http://infondoagliocchi.blogspot.com

Louis_Wain_-_Katzenklub

Lipstick (titolo provvisorio)

    

“Quella bocca masticava libri
come nudi cubetti di ghiaccio
e la lingua di lei restava asciutta
vuota di parole.”

    

    

16 agosto 2013, h 3.27 del mattino.
Nata da un mix tra un’opera finalista di Federica Pamio e la lettura di Persuasione di Jane Austen

   

*

(Fiori: titolo provvisorio)

  

“Ho bisogno di voi
per levare le scatole che ho nella testa
dei vostri sorrisi, bicchieri, l’odore dei fiori
che soffochi
quest’aria che m’invade
e mi renda leggera
, come voglio essere”.

   

  

7 Settembre h 16.45 – colpa di una foto di Federica

*

(la ladra di carote: titolo provvisorio)

   

“Vorrei non avere questa testa
piena di buchi e nuvole.
A volte mi sveglio e non so cosa rispondergli
quando
mi chiede <<cosa esser tu?>>.

E vorrei essere lui
sdraiato che fuma su un ramo.
E, invece, mi sento più come quell’altro
che corre in giro senza meta
senza sapere che sei tu, che gli hai rubato la carota.”

   

   

7 settembre 2013, colpa di una foto di Federica. H.17

catdolls

3 thoughts on “La ladra di carote di Lila Ria”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: