L’amour fou di Valeria Serofilli

L’amour fou di Valeria Serofilli.

   

   

L’essere amato a cosa rinvia? Di che cosa l’amore è attesa? Quale speranza bisogna riporre nell’amore?

A.Breton (da “L’amour fou”, Ed. Einaudi)

   

    

L’essere amato a cosa rinvia?

Impensabile



Impensabile / non pensarti:
nell’ impensabile /pensarti
Sei nelle foglie, nella linfa
degli arti

Il tuo volto troneggia/ impera
si fonde nelle alte teste
dei faggi / si confonde

E sei qui/ il mio tutto/ il mio sempre
il mio presente, il comunque
il nonostante.

   

Da Nel senso del verso (ETS, Pisa, 2006); apparsa anche su Pomezia-Notizie Anno 12 – (Nuova Serie) – n. 11 – Novembre 2004.

   

   

Di che cosa l’amore è attesa?

Il tempo dell’amore

   

Non d’orologio/il tempo dell’amore
Ritmi altri/ altri battiti
Non conosce acciaio cuor che pulsa:
in dolci nodi ho i capelli avvolti
per ricordarmi i nostri appuntamenti
e sulla pelle/ tatuati ho i giorni

Non di calendario
Il palpitante tempo che viviamo:
tempo nel tempo/ tempo di “ ti amo”
I giorni non son tali
non tali i luoghi

Che età ho?
In che tempo?
Nata con te/di te mi nutro
muoio in tua assenza

Auree le ore
con te al mio fianco;
sospesa durata/del nostro incanto
E’ freddo o caldo?
Estate o inverno? E giorno o notte?

Zufola zefiro o spira tramontana
a sussurrarmi nelle orecchie
il nome?
Ogni rumore assorbe
respir d’amore
ed attutisce e ovatta
l’inceder d’ore…
Quante dal nostro incontro? E l’anno?

Resta! Arresta il battito
a rendere eterno
questo nostro tempo.

    

(Da Nel senso del verso, libro con audio libro , Ed. ETS, Pisa, 2006)

  

*

   

Quale speranza bisogna riporre nell’amore?

Ebbra

   

Ora tu qui / alchemica mistura
ed il pallore si farà dunque rubino
fecondo di ebbrezza e dolci attese
paghe di amplessi e di sorprese

Nata appena / come d’uva il mosto
Appena sorta / com’alba da tramonto
Schiusa / pistillo da corolla:
liquida / com’acqua di sorgente

Tempo è di berci / chimerico piacere
tempo è di sorsi, aliti ed essenze:
il tuo fiato da noi trasfonde
e si alimenta
e ne accresce l’orlo e lo trabocca
Vendemmia di pelle / occhi negli occhi.
Se è tutto inganno
inganno sia
perché è questo
il più dolce annegamento!

   

(Da Nel senso del verso, libro con audio libro ,Ediz.ETS, Pisa, 2006)

gioconda

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: