Landai, rubrica di Marco Ribani: Carla Viganò

Landai, rubrica di Marco Ribani: Carla Viganò.

   

   

Continua il ciclo dedicato alle poetesse che hanno fatto del Landay una forma di espressione di alto livello continuativa. 

Carla Viganò è nata a Milano, città in cui vive, nel 1957, maturità artistica al liceo di Brera, da sempre interessata alle arti figurative e alla poesia, da alcuni anni si è avvicinata al componimento haiku, prediligendolo per l’emozione dell’istante attraverso la sintesi che ritrova anche in alcune sue brevi.
Autodidatta in “aria” naif, ha pubblicato con altri autori (alcuni considerevoli – NdR – in un gruppo ristretto su FB) una raccolta di haiku.
Per esperienze personali maturate nel mondo dei cavalli ha partecipato alla realizzazione di articoli di colore su questo argomento.

***

Coltiva la spiga di grano
spargi chicchi d’oro sul capo di donna

*

Ti ho guardato negli occhi
e in quelli di tuo figlio ho pregato

*

Urla il canto di libertà
e dividi il segreto con il cielo        

*

E salgo sul tuo cavallo
s’impenna imbizzarrito e feroce         

*

Preparo il cibo con le mani
ruvide non sono le mie carezze         

*

Se liberi il mio tempo
sull’ala di gabbiano scopri il mare      

*

Falco con spade nelle piume
tu non volerai mai nel mio cielo         

*

Zaffiri gli occhi di donna
nello sguardo bluastro lo scrigno segreto   

*

Tranquilla dico alla paura
e le gambe d’argilla fingono amore       

*

Leggo a voi in silenzio
un’autobiografia d’inchiostro rosso       

*

Uomo dall’anima di creta
credi di forgiare il ferro con le mani       

*

Mano che portava il fiore
fende con ira adesso il volto amato    

*

Nel cratere del delirio
getto il tempo dei tuoi occhi fumosi     

*

Chiuso nel tuo satellite
il mio spazio angusto di stelle spente     

*

Io stelo senza corolla
nel prato di pietra le tue radici            

tn_strong-man-1926 harry-langdon-deck-of-cards VERT 

Gentile lettore, all'autore di questo articolo farà molto piacere se vorrai lasciare un commento.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: