Le labbra di Ingrid, poesie di Roberto Marzano

Le labbra di Ingrid, poesie di Roberto Marzano.

      

    

LE LABBRA DI INGRID

Di cappotti in panno blu
bottoni d’oro e fodera scozzese
sfiorano visi i baveri
sotto i cappelli di marinai
zuppi di sale, lividi di freddo.
Le gote rosse arse dal mistral
inspirano fumi di Old Holborn
espirano nebbia a mezza bocca
nel porto del Mare del Nord
lugubri sirene di traghetti
annientate dalle labbra di Ingrid
che bionde sorridono
venendo incontro.

***

ALGHE STIGIE

Ne intride l’anima
degli abiti le trame
limo oscuro
alghe stigie
presagio di sventura
freddo annegamento
fiume nero succo di tenebre
inchiostro di morte
che sbatte le porte
risucchiando dal buio
gelide salme
lenzuola bagnate
appiccicate alle gambe.

***

DEMONI

Romba tetro il grande tamburo
carambola, sbatte, ruzzola sordo
nello strapiombo di limo plumbeo
del Fereggiano che s’ingarbuglia
in sibili subdoli, grovigli di ferro
che attorcigliano gambe e caviglie
figlie neglette di demoni risvegliati
da tombe coagulate nel  fango cupo…

                                 

diga Grande Dixence, Svizzera
diga Grande Dixence, Svizzera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: