Lutti di cani e gatti, poesie di Lucia Marilena Ingranata

Lutti di cani e gatti, poesie di Lucia Marilena Ingranata.

   

   

C’è un riparo nuovo, un posto per i cani
e per la gratitudine dei topi
ogni incrocio di trave si fa sopravvivenza

per me è solo prospettiva
diversa angolazione di domande
da qui non vedo fuori

***

Non ve ne siete accorti ma lei è andata via
senza mestizia. Un guinzaglio, un collare
una catena e un abbaiare distante

e noi qui,  a  piangere lacrime di cane.

*** 

Per un gatto cieco

Ti chiedo se ritorni con asettica ferocia
ma non ti ascolto, devo scandire i passi
per il mio gatto cieco, perché ritrovi
la via che porta a casa, devo vedere
quando muore, mettere via le ciotole.

I rosai sono stati benedetti, ho già il viatico
per questo prossimo piccolo dolore.

Mi si è stancato il cuore, non se ne parla per ora
di viaggiare eppure,  ho un cognome
sempre pronto per partire ma il tuo è un “luogo”
e mi vorrei fermare.

***

Brown 

Non ho niente da dire su questo cane vivo
color di cioccolata che mangia uova d’oca
ed ulula alla messa delle sette, ogni giorno

la stessa preghiera, senza fraintendimenti

il suo padrone è andato a un funerale
gli nasconde le scarpe,  per dolore.

kupta 849px-František_Kupka_-_Katedrála_-_Google_Art_Project

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le uscite della fanzine sono al momento sospese
 
Le uscite della fanzine sono al momento sospese.
Qui potete comunque trovare nell'archivio on line tutti i numeri realizzati nei 7 anni di attività. Ora siamo attivi nel nuovo blog di Versante ripido. Seguiteci.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: