Mi hai creduto pazza, poesie di Natalia Bondarenko

Mi hai creduto pazza, poesie di Natalia Bondarenko.

                            

                           

Vorrei essere anch’io
tutta tua
con un anello sulla zampa
pieno di dediche per sempre,
stare nel mio cortile,
volare sempre basso,
ingrassare per bene
per essere cucinata nel giorno
del (tuo) ringraziamento.

(dal poemetto “Confidenze confidenziali” Rayuela Edizioni)

***

Aspettarti alle 11 del mattino
quando tutte le pecorelle sono al pascolo
a mangiare l’erba degl’altri,
gli operai a pregare le catene di montaggio di rallentare,
le casalinghe a scegliere le zucchine per la lunghezza,
i banchieri a tradire le mogli su facebook,
i vigili urbani ad ubriacarsi nel baretto di periferia,
i professori a scrivere durante le lezioni poesie alle amanti,
i nullafacenti a darsi da fare per imbrogliare il tempo,
le donne dis-innamorate a ridere,
quelle, innamorate – a piangere,
(come dicevo prima), aspettarti alle 11 del mattino
allunga soltanto questa lista di lavori inutili. 

(dal “Confidenze confidenziali” Rayuela Edizioni)

***

Mi hai creduto pazza
sentirmi parlare a voce alta e ridere
ballando sull’asfalto bagnato dalla pioggia
appena atterrata

ho trovato un interlocutore interessante
che era disposto ad ascoltarmi e
permetteva di toccarlo fin con le scarpe.

Era la mia ombra.

***

Natalia (Natasha) Bondarenko nasce nel 1961 a Kiev (ex Unione Sovietica) in una famiglia d’artisti. Nel 1990 si trasferisce in Italia. E’ artista, fotografa e scrittrice. Attualmente vive e lavora a Udine.

Scrive da sempre nella sua lingua madre, in particolare ha scritto sceneggiature per spettacoli universitari, poesie, racconti e romanzi. Ha tradotto in italiano opere poetiche e narrative di autori russi e ucraini. Direttamente in lingua italiana scrive solo da alcuni anni, riscuotendo un notevole successo. 

È vincitrice del concorso di poesia (edizione 5 marzo, 2009) e finalista del concorso ‘Parole e Poesia’, 2012. Diploma di merito: 18° Concorso Nazionale di Poesia Inedita “Ossi di Seppia” (Taggia – IM), 2011, finalista del concorso “Scrivere Altrove”, 2012; 2° classifica del Premio Baghetta, 2013. E’  vincitrice del concorso “Scrivere altrove” 2013.

Suoi lavori sono inseriti nelle antologie di diverse case editrici italiane: Edizioni Delta 3; Edizioni Il Fiorino (Modena); Historica Edizioni; Giulio Perrone Editore (Roma). Sono state pubblicate presso opuscolo letterario ‘Inutile’ N°23 e N°42; rivista internazionale di poesia ‘Pi-greco’; rivista trimestrale ‘Psicologia e lavoro’ n°157; ‘Pensare ad arte’ – in italiano e in friulano; Edizioni Smasher.

Le sue pubblicazioni più importanti sono:  

2010  – libro di poesie in lingua italiana ‘Profanerie private’, (Guarnerio Editore, Udine), 
          –     ‘L’amore del giglio’ (Samuele Editore, Pordenone).
2012  – ‘Terra altrui’ (Samuele Editore, Pordenone).
            “003 e oltre” (allegato a ‘Lezione seconda” dicembre)
2013    “Confidenze confidenziali” poemetto (Rayuela Edizioni, Mi)

Fra le partecipazioni più importanti:

2010 – ‘Festa della poesia’, organizzata da Pordenonelegge dove ha rappresentato il FVG;
2011 – festa “Le Strade della Poesia” (Guardia Lombardi)
         – Trieste International Slam
2012 – Giornata Internazionale della Poesia (Club Unesco di Udine)
          – Biblioteca centrale sezione moderna (Udine)
          – Teatro San Giorgio, (Udine) – Festa della cultura russa
          – Cormons (GO), IV Festival internazionale itinerante “Acque di Acqua”
          – Pordenonelegge 2012.

2013  – IL DIALOGO CREATIVO – Biblioteca civica Pordenone
          – Festival della Letteratura di Milano
          – V Festival internazionale itinerante “Acque di Acqua” (Cormons – GO).
          – FESTIVAL DELL’ARTE E DELLA POESIA “ORBITE MUTANTI” – Malborghetto (UD)
          – DIALOGO CREATIVO – “Novembre russo” – PN

shop ORIZZ 

One thought on “Mi hai creduto pazza, poesie di Natalia Bondarenko”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: